iOS ha superato Windows

È successo lo scorso anno, come mostra questo grafico di Horace Dediu.

Ho guardato la videorecensione di The Verge, e devo dire che ci sono idee e funzioni interessanti dietro Windows 10. Sono stupito.

Microsoft has also built a virtual assistant like Siri right into Windows 10. It’s called Cortana, and it’s designed to look and feel like an extension of the Start menu, and just like the Windows Phone equivalent, you can also use your voice to search. There’s also an option to enable a “hey Cortana” feature that lets you simply holler questions at your laptop. It’s useful for simple things like the weather, but I found myself mostly using it to demonstrate Cortana to friends and family.

Altri consigli per risparmiare da Lauren

Portare “Stacks” su Windows

Poveri utenti Windows sempre a correre dietro a Mac OS e cercare di portare sul loro misero sistema operativo tutte le funzioni che gli mancano e che, seppur tacitamente, ci invidiano.

Stacks per esempio è una di quelle: il comodo sistema che permette di avere un accesso comodo e graficamente appagante al contenuto delle cartelle presenti nel dock, introdotto da Apple circa un anno addietro con il rilascio di Leopard, è stato infatti portato su Windows da un’utente che molto probabilmente ce lo osservava da lungo tempo.

L’ha chiamato StandaloneStack e permette ai poveri Windows User di usufruire in qualche modo delle meraviglie di Mac OS, seppur dopo un procedimento di installazione macchinoso e per nulla user friendly.

Se poi il povero utente, dopo aver tribulato tutto il pomeriggio per portare un pezzetto di Macintosh all’interno del suo Windows, sentisse l’esigenza di avvicinarsi maggiormente all’originale, può anche tentare di installare Rocketdock, che mette a disposizione una mal riuscita copia del Dock.

Se poi si sentisse ancora insoddisfatto il consiglio è uno solo, e anche molto semplice: comprati un Mac!

[Via Applecow]

AND I’M A PC

Forse i vostri occhi avranno visto, loro malgrado, la pubblicità I Am a PC che Microsoft ha presentato non molti giorni addietro. Forse avrete anche dato uno sguardo al relativo sito lanciato da Microsoft, lifewithoutwalls.com, in cui l’azienda ha deciso di raccogliere centinaia di video di tutte le persone che, una volta accesa la telecamera, hanno deciso (viene da chiedersi perchè) di dichiarare davanti all’obbiettivo di essere un PC, oltre a cosa fanno nella vita. Se non l’avete già visto allora sarebbe bene rimediare, perchè molto probabilmente vi divertirete un mondo a navigare nel sito e trovarvi davanti a centinaia di video di poveri pazzi che orgogliosi si definiscono dei lenti e stupidi computer.

Naturalmente si dice tutto questo scherzando perchè, come si può facilmente constatare, molto spesso i protagonisti dei video sono persone normali, senza evidenti problemi, persone come noi, persone nè esaurite per la lentezza di Windows nè annientate dai continui errori di Vista: persone, al contrario, felici di utilizzare un sistema operativo scadente, persone orgogliose di aver fatto la scelta sbagliata.

Detto questo, merita davvero uno sguardo anche un altro sito, ovvero la risposta di un utente Mac a tutta questa campagna ideata da Microsoft, ovvero http://andimapc.com che offre una raccolta di frasi ironiche che mostrano veramente cosa significhi essere un PC, dando al visitatore anche la possibilità di aggiungerne di nuove.

Ecco di seguito alcune di queste perle che spiegano chi siano veramente i PC Users e quale sia il loro comportamento e modo di pensare:

I make everything take five million years longer than it should take, AND I’M A PC

I hate my life, AND I’M A PC

Internet Explorer is my default browser, AND I’M A PC

I’m a bloated, DRM-filled, non-intuitive, overpriced OS, AND I’M A PC

Things that are new or different scare me, AND I’M A PC

I use my computer because I have to, not because I want to, AND I’M A PC

Cosa ti permette di fare Windows

“Windows ti permette di risolvere rapidamente tutti quei problemi che non avresti mai avuto se non lo avessi installato.”

(Giulio Ardoino, su FriendFeed)

(che poi, aggiungo io, quel rapidamente sarebbe da discutere…)

Attenzione a questa macchina!

[Una foto di jrbechthold]

NaDa: il software che non fa assolutamente nulla

Dopo anni di lungo lavoro arriva NaDa, un software il cui slogan è does nothing for everybody. Un software del solo peso di 1 byte che non disturberà le vostre abitudini, non vi farà sentire incapaci, non vi richiederà di nemmeno mezzo secondo per iniziare a capirlo e utilizzarlo. Un software, in altre parole, che non fa assolutamente nulla, ma che fa questo alla perfezione!

NaDa, attualmente alla versione 0.5, ma ben presto, si spera entro fine anno, alla 0.0, può essere scaricato gratuitamente e utilizzato da ogni sistema operativo, sia esso Mac, Windows o Linux. Se ancora avete dei dubbi sulle sue capacità, ecco di seguito una serie di informazioni che spero possano aiutare a dissiparveli:

  1. NaDa non vi ruberà molto spazio, solo 1 byte.
  2. NaDa non fa nulla in una maniera veramente efficiente.
  3. NaDa non vi occuperà RAM.
  4. NaDa non può essere incompatibile.
  5. Non ci sono bug in NaDa, è impossibile. A meno che non inizi a fare qualche cosa. In tal caso contattate gli sviluppatori, i quali riporteranno il programma a uno stadio inerziale.

Apple progetta iChat per Windows?

Esiste veramente una versione di iChat per Windows oppure questa immagine è semplicemente un lavoro a Photoshop per far nascere un nuovo infondato rumors? Questa sera, alle 19.00, al Keynote di Steve Jobs, probabilmente lo scopriremo.

Personalmente non vedo molto la necessità di una versione di iChat per Windows, soprattutto perchè esistono già numerosi software per Instant Messaging e, uno in più, a mio parere, sarebbe solamente superfluo. Può anche darsi che però Apple, dopo aver deciso di portare Safari su Windows, abbia pensato si ampliare la sua offerta e di aggiungere iChat al pacchetto di applicazioni multipiattaforma (in cui entra a pieno diritto anche iTunes).

Mac Users vs PC Users

Da questo video risulterebbe che siamo snob…Bah…

[Via SkyTG24]

Come sarà l’ultimo giorno di Bill Gates in Microsoft?

Ieri Bill Gates ha tenuto il classico CES Keynote a Las Vegas, come è solito fare tutti gli anni, solo che questa volta ha mostrato un video, divertente, in cui illustra come potrebbe essere il suo ultimo giorno in Microsoft quando a Luglio la abbandonerà. Nel filmato si vede dunque un Bill Gates in cerca di lavoro, che per trovarlo telefona a svariate celebrità (tanto per citarne una Bono degli U2), sempre senza successo, però.

Ok, dai. Noi veneriamo Apple e Steve Jobs, però non è per nulla male questo video; secondo me vale la pena di vederlo 😉

Cosa può fare un Mac che un PC non può?

Ogni volta che un utente pubblica un video su YouTube è data la possibilità, a tutti coloro che lo desiderano, di rispondere a questo con un altro filmato che tratti di argomenti inerenti a quello iniziale e magari ne integri e ampli le informazioni fornite. Solitamente le video risposte che si ottengono non sono molte, ma non si può dire lo stesso di un video, intitolato What can a Mac make that PC can’t, che ne ha ricevute più di 150.

L’utente che lo ha realizzato si è chiesto cosa può fare con un Mac che non possa fare anche con un PC (presentando diversi motivi a favore dei PC, come un ampia offerta di programmi) e ha invitato tutti a rispondere a questa domanda con un altro video . Come era possibile prevedere, questa domanda ha generato moltissime risposte, sia da Mac User che da PC Users.

E voi, cosa rispondereste? Cosa si può fare con un Mac che non si possa fare anche con un PC?

[Via Applsfera]

Mr. Bean vs Mac vs PC

[Via Melablog]

Le peggiori innovazioni del 2007

PC World ha rilasciato in queste ore una classifica dei 15 peggiori prodotti informatici del 2007. Difficile, per quel che mi riguarda, motivare il perchè al suo interno sia presente, al quinto posto, l’iPhone, lo stesso devices che pochi giorni fa dal Times è stato decretato come miglior gadget del 2007. Non altrettanto difficile, al contrario, spiegare perchè il podio sia occupato da Windows Vista, con un articolo a lui dedicato che inizia con una domanda che, nel bene o nel male, è sorta a tutti: possibile che Micorosft in 5 anni sia riuscita a produrre solo questo? Si, possibile. E che termina con una verità: che noi lo vogliamo o no, Windows Vista dominerà il mercato. Non perchè sia buono, ottimo, non perchè la gente lo voglia, ma perchè lo si ritrova preinstallato su ogni nuova macchina che si compra.

Ma non è finita qui, perchè nella lista stilata da PC World sono presenti altri due prodotti Microsoft: il nuovo Office 2008 e Zune, che doveva essere l’iPod Killer ma che in realtà ha solamente fatto ridere la mela.

Purtroppo anche per Apple non è bastato un solo prodotto e, assieme all’iPhone, fa la sua compara anche il nuovo OS, Leopard, che sarebbe stato giudicato dalla rivista come prematuro, vale a dire rilasciato al pubblico troppo presto con ancora con parecchi bug, difetti e malfunzionamenti che hanno rovinato quella serietà che, prima di allora, era sempre stata una caratteristica molto apprezzata di Apple. Ora si dovrà lavorare un po’, per riacquistarla totalmente.

L’effetto che hanno avuto i prodotti di Apple sulle azioni dell’azienda

APPL Investors ha realizzato un breve articolo nel corso del quale è stato analizzato l’andamento di Apple in borsa in questi ultimi anni, dal ritorno di Jobs nella società. Più che sull’articolo, però, dato che in passato se ne son visti di simili, quello su cui vorrei focalizzare l’attenzione è il grafico correlato, visibile anche in questo post, intitolato Apple’s Life Line. A parer mio questo è particolarmente interessante in quando sono stati messi assieme i dati relativi all’andamento della società in borsa e le date di introduzione dei maggiori prodotti di Apple degli ultimi anni, in modo da dare un idea di quanto e quale sia stato l’impatto che questi hanno impresso all’azienda.

Possiamo notare che il primo prodotto presente è l’iMac, dal quale inizia ad esserci una risalita dell’azienda. Ma la salita vera e propria, il “picco”, inizia a nascere a partire dal 6 Giugno 2005, data in cui sono stati annunciati i processore Intel anche sui Mac, per poi toccare la toccare la vetta con il rilascio dell’iPhone.

Sinceramente, non capisco perchè inserire nella Timeline un prodotto come iTunes per Windows. Certo, è importante, ma di sicuro in questi anni ci sono stati prodotti, non presenti, che meritavano molto più di questo di venire nominati.

[Via Digg]