A Dan Luu sembra che i computer che usa oggi siano più lenti dei computer che usava quando era piccolo. Ha quindi fatto dei test e ha misurato i millisecondi che intercorrono fra la pressione di un tasto e la rappresentazione della lettera corrispondente al tasto nel terminale.

I risultati sono molto interessanti. Il computer più veloce di sempre, con 30ms di latenza, è l’Apple II, un computer del 1983. Il MacBook Pro del 2014 ha 100ms di latenza, per dire.

Almost every computer and mobile device that people buy today is slower than common models of computers from the 70s and 80s. Low-latency gaming desktops and the ipad pro can get into the same range as quick machines from thirty to forty years ago, but most off-the-shelf devices aren’t even close.

If we had to pick one root cause of latency bloat, we might say that it’s because of “complexity”. Of course, we all know that complexity is bad. If you’ve been to a non-academic non-enterprise tech conference in the past decade, there’s a good chance that there was at least one talk on how complexity is the root of all evil and we should aspire to reduce complexity.

Altrettanto interessanti sono i risultati dei dispositivi mobili: i più veloci sono tutti Apple (l’iPad Pro da 10.5″ vince su tutti), poi c’è il GameBoy Color e un Blackberry ma bisogna scendere un bel po’ nella lista, per trovare il primo Android.

Un nuovo portatile per One Latop per Child

Nicholas Negroponte ha recentemente presentato al Mit di Boston il successore dell’attuale XO, ovvero il portatile per i paesi in via di sviluppo parte del progetto One Latop per Child. Le differenze rispetto al modello attualmente in commercio?

  • Innanzitutto, il costo; perchè se quello esistente ora ne ha uno ridotto, il suo successore ne ha uno ancora più irrisorio: 75 dollari, ovvero meno della metà del costo odierno.
  • Poi un nuovo design, visibile nell’immagine, estremamente minimalista e, a parer mio, estremamente elegante.
  • Un nuovo schermo, Touch Screen, che va a sostituire la tastiera fisica con una digitale e permette, orientando il computer in modo diverso, di utilizzare il portatile come lettore di eBook, che secondo Negroponte, saranno il futuro.
  • Un aumento del risparmio energetico: ora il computer consuma un solo Watt.

Tutto questo dovrebbe veder luce nel 2010. Io aspetto trepidante quel momento.

[Via Nova]

My Documents

Se il protagonista del video si fosse comprato un Mac non avrebbe avuto a che fare con certi problemi…

David Pogue recensisce il “One Latop per Child”

David Pogue ha recensito alcuni giorni fa il One Latop per Child, mettendo in evidenza le caratteristiche più interessanti e significative del prodotto. Il computer in questione è perfettamente resistente a urti, non si rompe se lo si inonda d’acqua, ha una batteria che tiene un numero doppio di cariche rispetto a quella dei normali Latop e ciò nonostante invece di costare 2000 euro ne costa solo 100.

E’ veramente un ottimo prodotto che potrebbe ottenere successo anche nei paesi occidentali, non per nulla vi è la possibilità di comprarne uno e, automaticamente, regalarne un’altro nei paesi in via di sviluppo. Peccato che, questa, sia presente solo negli USA e, noi Italiani, come il resto degli Europei, non abbiamo la possibilità di usufruirne.

PowerMac G4 MailBox

Bellissima l’idea di trasformare la carcassa di un vecchio PowerMac G4 in una cassetta delle lettere.

Di sicuro quello della Mac Casa di ieri se ancora non ce l’ha la costruirà quanto prima.

[Via CrunchGear]