pointerL’hype è fondato

Gus Mueller, sviluppatore di Acorn, ha scritto un post entusiasta sulla Apple Pencil. In sintesi: per 20 anni ha sempre utilizzato tablet Wacom per lavori grafici, senza mai trovare un’alternativa altrettanto valida. Settimana scorsa ha provato l’accoppiata iPad Pro e Apple Pencil e, per la prima volta, è rimasto piacevolmente stupito da una stylus:

I got the Apple Pencil (which is Apple speak for a stylus) and an iPad Pro. This new tablet from Apple has the hardware support needed to make a useful stylus. Hardware support that has been missing for five long, very long, agonizing years.

And It’s God Damn Amazing.

It feels absolutely right. Super low latency, palm rejection, and … it just works.

Is it the same as drawing in my sketchbook? No. Of course not. I’m rubbing a plastic tip across a glass screen.

It’s still God Damn Amazing though.

Dello stesso parere, pare essere Christopher Phin:

Let me be completely clear: this is the best digital drawing tool there has ever been. Better than a Wacom Intuos, better than a Wacom Cintiq, and better, by a margin so wide it’s downright comical, than any other stylus for iOS or Android.

Actually, let me be even clearer: pair this stylus with the iPad Pro – the only device it currently works with – and at a hardware level, it’s capable of a fluidity and unthinking naturalness that genuinely comes as a shock. You have never used anything so quick, so lovely, so wonderfully analogue.

Khoi Vinh, a sua volta, sembra molto positivo. Nel suo post ha incluso però una serie di funzionalità mancanti, o azioni difficili da svolgere, che rallentano i lavori su iPad. Principalmente:

  • Una clipboard robusta
  • Un file manager più robusto
  • Possibilità di installare font propri sul device
  • Un’alternativa al rullino fotografico. Al momento, per spostare immagini da un design all’altro occorre salvarli nel ruling fotografico, mischiandoli a foto con cui non hanno nulla a che fare

FabrizioC (December 4, 2015)

Parliamoci seriamente: il file system di iOS non è considerabile come tale dal punto di vista dell’utilizzatore, a basso livello chiaramente il file system esiste… ma lo stesso motivo per cui tanti software stanno abbandonando il Mac App Store è la stessa limitazione dello “user file system” di iOS