pointerChi possiede i tuoi passi?

BuzzFeed:

As more people monitor every part of their health with gadgets and apps, a debate is emerging over a key question: Who owns the resulting data? A small but growing number of consumers, who’ve literally sweated for that information, say device makers should give them the tools to export, analyze, and delete the data as they please. But some of the leading fitness-tracking services haven’t done much to make it easy to download data or integrate it into other systems — partly because they don’t think most customers want to view their steps in massive Excel spreadsheets, and partly in a bid to keep them from taking their steps to a rival.

Una delle ragioni che mi spinsero ad abbandonare il contapassi Fitbit fu la loro policy riguardo i miei dati: non potevo esportarli, se non abbonandomi all’account Pro (sui $50 annuali). Dopo aver pagato per il contapassi, loro si tenevano pure i miei dati.

L’esportazione è importante perché permette di spostare i dati raccolti su servizi che magari li analizzano meglio, e di non rimanere per forza legati all’analisi o presentazione dei dati offerta dal produttore del dispositivo. Mentre RunKeeper, Jawbone, e Apple offrono metodi per esportare i propri dati altri, come Google Fit e Nike+ Fuel, se li tengono ben stretti.

WhiskeyInTheJ4r (July 8, 2015)

“…Mentre RunKeeper, Jawbone, e Apple offrono metodi per esportare i propri dati altri”
Per quanto riguarda Apple, quali sarebbero i metodi per poter esportare i dati accumulati su “Salute”?
Una volta estratti (sotto quale formato?) a quale software li somministreresti per l’analisi?

Grazie mile anticipatamente.