pointerSiamo pronti per aerei che si guidano da soli?

Non è che siamo pronti: più o meno ce li abbiamo di già. Gli aerei su cui viaggiamo oggi sono perlopiù automatizzati; uno studio (segnalato da Vice) riporta che in media un pilota spende 7 minuti del volo a “pilotare” l’aereo. Non è neppure che la scelta sia o completa automatizzazione o nulla: l’idea è che vi sia un pilota in cabina (se non altro sugli aerei di linea) e un co-pilota — un robot (o un gruppo di piloti) — a terra.

Scrive Vice:

It doesn’t have to be an either/or proposition. A purely auto piloted plane would probably crash from time to time, but leaving complete control of the plane to those on board, 100 percent of the time, hasn’t worked either.

So Cummings and others have looked into a system in which one pilot is in the cockpit, and the other is a robot—or at the very least, a group of humans—on the ground. For one, it would eventually save a massive amount of money for airlines in terms of pilots’ salaries, which is why it’s attractive to airlines (whether we want to automate pilots out of existence is another question). But, secondly, it could prevent disasters like this week from occurring.

Come rivelano alcuni brevetti, Boeing sta lavorando a un sistema che permetterebbe di comandare l’aereo da terra — e in caso di problemi, di assumerne il controllo.