Miranda July — regista di film un po’, diciamo, bizzarri — ha lanciato un’applicazione per la quale ha girato un corto di 10 minuti. L’applicazione è un WhatsApp di altri tempi: consegna messaggi, ma non via internet: di persona. Quello che fa l’applicazione, che è anche alla base del corto (e viene utilizzata nello stesso), è prima informarci su quali utenti del servizio si trovano in prossimità del destinatario del messaggio, poi affidare il messaggio in questione all’utente da noi selezionato; il quale dovrà recapitarlo al destinatario originale, riportandoglielo a voce (e magari metterci l’enfasi necessaria).

Funziona ovviamente quando in molti in uno stesso luogo la stanno utilizzando (sul sito web c’è un elenco dei luoghi che ne sponsorizzano l’uso). Oppure in un corto: le situazioni risultanti sono abbastanza divertenti e surreali.