pointerShine: l’activity tracker grande quanto un bottone

Negli Apple Store americani hanno iniziato a vendere Shine, un activity tracker interessante sia per il bizzarro modo con cui si sincronizza con l’iPhone (poggiandolo sullo schermo dello stesso), sia per forma e dimensioni: simile a una moneta, in metallo opacizzato, poco appariscente ed elegante. L’applicazione per iPhone è forse la migliore che abbia visto nel genere[1. In particolar modo se confrontata a quella particolarmente mal riuscita del Fitbit] anche se mi piacerebbe esistesse un luogo neutrale, slegato a produttore e tracker scelto, a cui affidare questo genere di dati.

L’aveva provato poche settimane fa GigaOM:

The Shine was a well-designed breath of fresh air in a world of fugly fitness gadgets, and with a bit more attention to the tapping interface, I could really love this gadget. I haven’t mentioned the price yet, but its $99.95, which is in the same range as Fitbit’s various offerings, and Jawbone’s UP (and below the Nike FuelBand). The Shine is competitive to these products, albeit probably less hard core fitness-oriented.

Io a questo punto non so più quale sia l’activity tracker migliore. Shine mi sembra molto bello, ma anche molto limitato (es. non tiene conto dell’altitudine). Il Jawbone UP mi piace molto e sulla carta pare valido, ma non posso dire altro non avendo avuto occasione di provarlo. Acquistai il Fitbit, che come feature offerte continua ad essere superiore a gran parte della concorrenza, ma per il resto lascia a desiderare in qualsiasi altro campo: applicazione per iOS, design, elaborazione dei dati e gestione degli stessi (non si possono esportare, a meno di pagare per un account premium).