Mac Giving Tree. L’albero di Natale per i Mac Users

Coloro che già in passato si erano fatti notare per aver creato MacHeist sono tornati alla ribalta in questi giorni con un nuovo sito web: Mac Giving Tree. Mac Giving Tree è un albero di Natale per Mac User, questo perchè ha, alle sue radici, fantastici regali utili per tutti coloro che possiedono un Mac. I regali in questione, nel caso ve lo steste chiedendo, sono dei software che normalmente avrebbero un costo ma che, per l’occasione, sono diventati Freeware e disponibili per un download gratuito da tutti gli iscritti (naturalmente questo solo per la durata dell’iniziativa).

Ecco perchè vi consiglio di correre sul sito e registrarvi: riceverete subito, come ringraziamento, un bundle del valore di 50 dollari, costituito dalle seguenti applicazioni: Santa’s Gizmo, BitClamp, e WireTap Pro. Inoltre vi ritroverete con un alberello con al di sotto dei pacchetti, da aprire il 25 Dicembre, che aumenteranno in base al numero di utenti che riuscirete ad invitare e convincere ad iscriversi al sito (io per esempio sono stato invitato da Kiro). Più ne invitate, più software ricevete. Un modo decisamente interessante per arricchire il proprio Mac con ottime applicazioni senza spendere nulla.

Salvare momentaneamente gli URL

Navigando spesso in internet è possibile che si ponga la necessità di salvare momentaneamente qualche URL, per poi riguardarlo in seguito quando si avrà più tempo. A me capita molto spesso e, nel solo corso di una giornata, mi ritrovo ad avere la scrivania piena di collegamenti HTML, con il risultato di avere un ambiente finale disordinato.

Viene in aiuto, per tutti quelli che hanno il mio stesso problema, URLWell, un minuscolo programmino che si aggiunge alla barra menù di Mac OS X e permette di salvare collegamenti a pagine web al suo interno, mostrandoli in seguito, tutte le volte che si desidera, in una lista. L’applicazione è molto semplice e immediata, tanto per darne un idea per aggiungere un elemento alla lista basta trascinare l’indirizzo del sito in questione sopra l’icona. E’ anche leggermente personalizzabile dal menù preferenze, da dove è possibile cambiare l’icona e aggiungere la riproduzione di un suono all’aggiunta di nuovi URL.

Un programma molto simile è Urly. Urly, al contrario del precedente, è più una applicazione vera e propria, che opera dal Dock e non più dalla barra menù dell’OS. A mio parere il primo è molto più leggero e immediato; per questo io lo preferisco. Ciò nonostante nessuna delle due applicazioni rischia di rallentare il vostro OS in qualche modo.

Nuovo Social Network: Sleep.fm

[Via Tecnochica]

Nasce AppleGoodies.net

AppleGoodies.net

In questi ultimi tre giorni ho dedicato parte del mio tempo per la creazione di un nuovo sito sul mondo Mac: AppleGoodies.net. Non è nulla di complesso: è semplicemente uno showcase di tutti i gadget per Mac Geek trovati in rete in tutto questo tempo dal sottoscritto.

Il sito presenta in homepage una grande griglia formata da immagini, ognuna relativa a un differente gadget, sopra le quali, al passaggio del mouse, si aprirà una piccola finestra che permetterà di acquistare l’oggetto o avere maggiori informazioni al riguardo: una breve descrizione e il prezzo.

Il sito può tornare utile a tutti i Mac User sfegatati per scoprire gadget della mela a loro in precedenza sconosciuti. E’ presente anche un Feed RSS, per restare aggiornati sugli update, e la possibilità di aggiungere al database nuovi gadget, assenti in archivio. Gli aggiornamenti possono anche essere seguiti tramite Twitter, da coloro che lo usano.

Ricordo che il sito è ancora in beta e, nel caso notiate eventuali malfunzionamenti, sappiate che nei prossimi giorni potrebbero sparire (e comunque segnalatemeli). Per ora posso dire che, per quello che ho potuto vedere, funziona meglio su Safari che su Firefox, come su ogni altro sito da me fatto in precedenza (boh, starò antipatico al panda rosso).

Spero vi piaccia e attendo quanto prima vostri commenti al riguardo. Critiche, suggerimenti, opinioni, tutto quello che volete. Ditemelo nei commenti di questo post!

Flickr aggiunge le statistiche al sito e rilascia Flickr Uploadr 3.0

E’ con immensa gioia che ho scoperto ieri sera, sul tardi, dell’introduzione su Flickr di una delle funzioni di cui personalmente sentivo maggiormente la mancanza e che speravo che venisse aggiunta da oramai molto tempo: le statistiche.

Finalmente, infatti, è possibile avere un report avanzato di quello che accade nel proprio account di Flickr: scoprire da dove vengono i visitatori che lo visitano, quanti sono giornalmente, quali sono le foto più viste di giorno in giorno e le keyword più in utilizzo per trovarle.

Uno strumento veramente utile, attivabile fin da ora da tutti coloro che possiedono un account PRO del servizio (che ha un costo basso e offre molte funzioni in più).

Interessanti sono anche i dati generali che vengono forniti sul proprio account, grazie ai quali ho scoperto che:

  • 4,527 delle mie foto hanno ricevuto almeno una visita, 233 nemmeno una
  • 260 contro 4500 fotografie caricate hanno un commento
  • 4,552 contro 2008 sono taggate
  • Di tutte le mie foto 1,136 sono state inserite su uno dei gruppi di Flickr
  • 195 fotografie sono state marcate come preferite da almeno un utente del servizio

Contemporaneamente all’arrivo delle statistiche Flickr ha rilasciato anche una nuova versione del suo tool per l’upload delle fotografie dal desktop del proprio computer senza dover passare dal Web: Flickr Uploadr 3.0. Questa nuova release del software è disponibile per tutti gli utenti del servizio, non solo quelli PRO come nel caso precedente, e sia per Mac che per Windows.

Trattare le Web Application come Desktop Application, su Mac

Con la nascita nell’ultimo periodo di molti nuovi servizi Web2.0 quali, tanto per citarne alcuni, Flickr, GMail, Facebook, che si utilizzano solo ed esclusivamente via web, si può arrivare ad avere aperte in Safari moltissime Tab che in alcuni casi causano un rallentamento del browser o anche un crash.

Ecco dunque che viene in aiuto Fluid, un nuovo programma che trasforma la vostra Web App preferita in una applicazione, fornendogli un posto nella cartella applicazioni e nel Dock.

Ma come funziona? Una volta avviato Fluid mostra una piccola finestra molto semplice, nella quale bisognerà inserire il nome della propria Web App e l’indirizzo web in cui risiede, per poi far click sul bottone Create. Quello che si otterrà sarà una piccola applicazione separata, un browser internet specifico solo per quel sito che per questo motivo non andrà in alcun modo a interferire con le prestazioni di Safari.

Come gli stessi creatori di Fluid ammettono, il software è simile come idea, funzioni e scopo al nuovo progetto di Mozilla, Prism. Ma c’è una importante differenza fra i due: mentre il secondo utilizza come motore di rendering Gecko, il primo utilizza lo stesso su cui si basa Safari, vale a dire Webkit.

E se ancora non avete capito cosa sia e a cosa vi possa servire, il seguente video forse può in qualche modo esservi d’aiuto.

Elgoog

Elgoog, vale a dire Google all’incontrario: uno stupido e divertente servizio di ricerca sul web con un particolare non trascurabile.

Il servizio si presenta con una interfaccia iniziale molto spartana: un solo textbox in cui scrivere la parola che si desidera ricercare in rete, mediante Google e, una volta fatto questo, un pulsante da premere per iniziare a effettuare la ricerca. Si verrà rimandati alla classica pagina di Google con tutti i risultati. Il particolare? Non ci si troverà, come sempre, di fronte alla pagina numero 1, che solitamente contiene i risultati più pertinenti e interessanti, ma davanti all’ultima pagina di ricerca, quella con i siti più brutti. Daltronde, come dice lo slogan del servizio, Search the sucking websites on the last page of Google™

Bellissima idea! 😛

Fai sapere al mondo cosa desideri

In un peridodo come questo, in cui ci si fanno molti regali, può un Geek stilare una Wishlist su della banale carta? Certo che no, ecco perchè esiste un servizio come Wishlistr, che permette di creare una Wishlist in rete e condividerla con amici, parenti e tutto il globo.

Wishlistr è una applicazione Web molto semplice da usare, una volta registrati basterà selezionare uno dei template disponibili, quello che vogliamo venga utilizzato per la nostra lista, e iniziare ad inserire elementi, vale a dire i nostri oggetti del desiderio, che verranno visualizzati poi nella nostra Wishlist.

Il servizio offre anche dei badge, da inserire nel proprio sito per permettere a chiunque di vedere la lista, o la possibilità di avvisare per email tutti coloro che conosciamo.

Io ho provato ad utilizzarlo un po’ per la prima volta alcuni giorni fa (nonostante lo conosca da molto tempo) e la mia Wishlist la potete vedere online, a questa pagina. Magari trovate qualcosa che vi piace: è praticamente formata solo di magliette/gadget Apple 😛

Se vi registrare e comunciate ad utilizzarlo pubblicate il link della vostra Wishlist nei commenti. Sarò molto curioso di dargli uno sguardo 😉