Mossberg recensisce il MacBook Pro

Walt Mossberg, noto giornalista del Wall Street Journal, ha esposto le sue impressioni a proposito del nuovo MacBook Pro in un video. A parer suo i nuovi portatili della mela studiati per la fascia professional presentano alcuni difetti, a differenza dei MacBook che considera molto ben riusciti. In primo luogo il giornalista ci tiene a mettere in evidenza il prezzo invariato rispetto ai loro predecessori, prezzo che non gli consente certo di essere a buon mercato.

Tuttavia i MacBook Pro presentano anche delle caratteristiche che non solo non gli permettono di essere migliori rispetto ai loro antenati, ma che addirittura li pongono di un passo indietro:

  • Una durata della batteria minore se si utilizza la scheda grafica al massimo delle potenzialità
  • Un peso leggermente maggiore
  • L’impossibilità di poter scegliere fra schermo opaco o lucido in quanto disponibili solo con quest ultimo.

In altre parole Mossberg non consiglia agli attuali possessori di un vecchio MacBook Pro di effettuare l’upgrade in quanto i vantaggi si rivelerebbero veramente pochi ma, soprattutto, verrebbero affiancati da svantaggi.

[Via Mossblog]

E’ ora di smettere di piangere per la sparizione del Firewire dai Mac Book

Uno Steve Jobs molto categorico sgrida dei nerd per il loro attaccamento verso la tecnologia Firewire, recentemente rimossa da Apple dai nuovi Mac Book e Mac Book Pro, e tenta di spiegargli come debbano adattarsi ai tempi ed accettare che certe tecnologie scompaiano, smettendo di rimpiangerle.

Simpaticissima, come sempre: Joy Of Tech è una garanzia.

L’ennesima foto del nuovo Mac Book Pro?

Ah, è vero: non ve l’avevo ancora detto. Qualcuno ha scattato una foto, questa foto, che ora circola in rete come la foto del nuovo Mac Book Pro. Cosa si nota di particolare? Oltre al fatto che somiglia come stile a quella che è circolata non molti giorni fa la prima cosa che balza all’occhio è l’assenza di un tasto sul Trackpad, per cliccare. Da ciò verrebbe evidentemente da pensare che il click potrà essere fatto, in futuro, solo virtualmente (come del resto è possibile ancora ora con gli attuali modelli).

A questo si aggiunte, ovviamente, il rinnovato design, che avvicina maggiormente il latop allo stile grafico degli iMac

[Via AppleInsider]

Come potrebbe essere il nuovo Mac Book Pro?

Un’immagine che mostra come potrebbe essere il nuovo Mac Book Pro. Un’immagine che mostra alcune delle caratteristiche che potrebbe avere, il nuovo Mac Book Pro. Un’immagine che ci permette, per concludere, un po’ di sognare su quello a cui potremmo trovarci davanti, Martedì, alla conferenza programmata da Apple.

[Via Gustomela]

The spotlight turns to notebooks [Apple Special Event]

Cosa è solita fare Apple pochi giorni prima di tenere un Keynote? Semplice: inviare alla stampa degli inviti nei quali richiede la sua presenza alla conferenza. La medesima cosa che ha fatto pochi minuti addietro, inviando al noto blog Engadget l’invito riportato a inizio post, in cui è possibile notare un portatile e lo slogan The spotlight turns to notebooks, che lascia facilmente intendere l’argomento su cui verterà molto probabilmente l’intero evento: Mac Book e Mac Book Pro. Del resto lo si poteva facilmente immaginare, visto che era oramai da diverse settimane che si vociferava di un imminente aggiornamento della gamma portatile della mela.

Non dovremo attendere molto, comunque, per poter scoprire come saranno i futuri notebook dell’azienda. Il tutto, infatti, è stato programmato per Martedì 14 Ottobre, alle ore 10 A.M. americane (19.00 italiane). Inutile specificare che, come al solito, se vi collegherete a Mac Blog avrete la possibilità, grazie a una diretta scritta, di seguire in tempo reale cosa Steve Jobs stia facendo sul palco.

Il nuovo falso Mac Book Pro

Circola in rete da alcuni giorni una foto di quello che potrebbe essere il Mac Book PRO che Apple potrebbe presentare (notare il continuo utilizzo dei condizionali, per sottolineare l’ipoteticità del tutto) nei mesi a venire. La foto mostrerebbe un computer, portatile, nato dal miscuglio di un Mac Book Air, ritrovabile nella tastiera nera, di un Mac Book, per via della chiusura magnetica, e di un iMac, a cui sarebbe stato ispirato il bordo nero dello schermo.

Insomma, si tratta di un bel miscuglio di diversi prodotti della mela che fa subito pensare a un fake. Se poi non fossimo totalmente convinti della falsità dell’immagine ci basterebbe guardare per un momento il trackpad, su cui si può notare la presenza di un dock; un dock che, tecnicamente, dovrebbe sostituire quello che fino ad ora abbiamo sembre avuto sul desktop. Perchè, però, è un mistero, dato che il cambiamento sembrerebbe essere un vero e proprio sbaglio dal punto di vista dell’usabilità.

[Via The Apple Lounge]

Cover per cambiare look al Mac Book

Leggi su Ciao le recensioni sugli accessori Apple

Di Skinizi, su questo blog, si era parlato verso settembre, quando ancora il sito era in fase embrionale e in via di sviluppo. A distanza di mesi, visitandolo, mi accorgo che è cambiato molto e si è ingrandito, ampliando la sua offerta. Dal vendere cover per soli iPod, infatti, in meno di un anno è arrivato a distribuire cover per ogni Latop portatile della mela (Mac Book, Mac Book Pro e anche modelli vecchi, come PowerBook e iBook) e per quelli di poche altre aziende. La qualità delle cover, inoltre, pare molto migliorata, con design originali come quello mostrato nell’immagine a inizio post, realizzato da eBoy (il quale ha resto disponibili prodotti anche per iPod).

Il costo di una cover per portatili si aggira sui 29 euro, per iPod sui 15. Un’ottima idea per cambiare look al proprio computer e per distinguerlo una volta per tutte da tutti gli altri.

[Via BoingBoing]

Nei prossimi mesi una rivisitazione della grafica dei Mac Book e Mac Book Pro?

AppleInsider prevede che nei prossimi mesi i Mac Book e i Mac Book Pro subiranno un sostanziale update, riguardante non tanto l’hardware ma, piuttosto, l’estetica dei due portatili. Infatti è da oramai molti anni, dai tempi del PowerBook G4, per la precisione, che entrambi i modelli, di fascia consumer e PRO, non vengono ridisegnati sostanzialmente, con evidenti cambiamenti.

Il noto blog prevede una rivisitazione della grafica del Mac Book Pro che lo porterà più da vicino ad assomigliare all’iMac attualmente in commercio e, in qualche modo, anche al Mac Book Air, forse per quanto riguarda i bordi leggermente assottigliati e il TrackBack molto ampio.

Per quanto concerne il Mac Book sembra invece che si sia presa la decisione di abbandonare la plastica bianca a favore dell’alluminio. Un provvedimento che rientrerebbe nella volontà e nel tentativo di avere una maggiore cura dell’ambiente da parte di Apple ma che potrebbe causare la tristezza dei molti affezionati al colore bianco che, oramai, era presente solo in questo modello della gamma Apple.

Dettagli, specifiche e curiosità che non appaiono nuove ma che già, nei mesi scorsi, abbiano sentito e di cui si è vociferato nella blogosfera. Vedremo se questa sia la volta buona: il lancio è previsto in concomitanza con l’introduzione nei due portatili dei nuovi processori Montevina di Intel.

Niente Apple Remote nei nuovi Mac Book e Mac Book Pro

Tutti coloro che in queste ultime settimane si sono trattenuti dal desiderio di acquistare immediatamente un Mac Book o Mac Book PRO, fiduciosi dei rumors che li vedevano come prossimi a un cambiamento, troveranno, assieme a una maggiore potenza e caratteristiche degne di nota (a cui ho accennato nel post di alcuni giorni fa) una piccola amara sorpresa: l’assenza dell’Apple Remote, vale a dire il telecomando bianco che da un po’ di tempo Apple aveva deciso di fornire gratuitamente e di defaut in ogni suo computer venduto.

Il telecomando sarà venduto infatti opzionalmente, alla cifra di 19 euro. Non tanto, come è possibile facilmente constatare, ma comunque la decisione della mela non rende felici: questo era infatti uno dei pochi e rari accessori che Apple forniva normalmente e gratuitamente, che non aveva deciso di farci acquistare a parte.

Nuovi Mac Book e Mac Book Pro

Questa mattina ne parlavano un po’ tutti su internet, quando è andato offline l’Apple Store lo ipotizzavano la maggior parte dei blog, ora è una certezza: i Mac Book Pro e Mac Book sono stati aggiornati.

I Mac Book Pro ora hanno un processore Intel Core 2 Duo ancora più potente, con una capacità massima di 2,6 GHz, un Hard Disk più grande (200 GB per il modello base) e 2 GB di memoria di base. Come ci si aspettava è anche stata aggiunta la capacità Multi Touch al Trackpad, che era stata vista un mesetto fa circa sui nuovi Mac Book Air.

Anche per quanto riguarda i Mac Book ci sono state novità dal punto di vista del processore, che parte da 2.1 GHz fino a raggiungere i 2.4, e dell’Hard Disk, che ora può avere fino a 250 GB di spazio, per quanto riguarda il modello top della gamma. Nessuna aggiunta invece delle tecnologia Multi Touch al Trackpad, in questo caso.

Come sarà esteticamente il nuovo Mac Book Pro?

Leggi su Ciao le recensioni sulle componenti Hardware della Apple

Da ieri si vocifera di un possibile Apple Special Event a fine mese e, da ieri, dunque si ipotizza anche su quale prodotto verrà presentato durante questo. Il più probabile di tutti è il Mac Book Pro, che potrebbe venire migliorato con l’aggiunta di quelle novità, come il Trackpad MultiTouch, introdotte a inizio Gennaio con il Mac Book Air. Dei nuovi Mac Book Pro, daltronde, si parla da molto tempo.

Se si è a lungo discusso su quali potrebbero essere le migliorie interne del computer, non si può dire altrettanto per quanto riguarda il suo design. Nessuno infatti sa come potrebbe essere esteticamente questo nuovo computer. Ciò che sappiamo con sicurezza è che il design del modello attuale è vecchio di a cinque anni (risale infatti ai PowerBook) e che dunque sarebbe proprio ora di una rivisitatina. Spicu, un blog, ha provato a realizzare un concept disegnandone uno leggermente diverso, sulla base di come immagina che questo nuovo latop sarà. Da notare la grafica leggermente più rotonda e alcuni elementi di colore nero sparsi qua e la, realizzati ispirandosi all’iPhone e alla recente tendenza Apple di ispirare il redesign dei suoi computer su questo prodotto.

Vi piacerebbe possederlo? A me non dispiacerebbe se Apple lo creasse veramente così.

[Via Gizmondo]

Problemi di dimensioni?

A breve nuovi Mac Book Pro?

Voci recentemente diffuse parlerebbero di un imminente rinnovamento della gamma Mac Book PRO. Una gamma che molti speravano venisse aggiornata al Macworld 2008, me compreso, ma che invece è stata messa da parte per lasciar spazio al nuovo arrivato nella famiglia portatili, il Mac Book AIR.

Ciò nonostante il Mac Book AIR ha portato con se innovazioni, come il Trackpad Multi-Touch, che sicuramente a breve faranno la loro comparsa anche sul resto dei portatili della mela. Nello specifico, i Mac Book PRO che da qui a breve potrebbero essere presentati (AppleInsider parla di poche settimane), avranno (in più al nuovo Trackpad) dei Chip Intel Core 2 Duo basati su tecnologia Intel Penryn (con una frequenza base di 2,4GHz) che, oltre ad essere più potenti, consentirebbero anche di diminuire il consumo della batteria di un 10% e dunque migliorarne le prestazioni. Non dovrebbero avvenire, invece, cambiamenti dal lato estetico del prodotto, se non piccole e secondarie rifiniture.

Io, che in questi giorni ero sempre più convinto di comprarmi un Mac Book PRO da 15″ e mandare definitivamente in pensione il mio PowerBook G4, ora sono indeciso se aspettare un po’ o fregarmene di questo rumors e prendere il modello attualmente in commercio.

iShirt: la custodia HomeMade per i latop Apple

Se possedete un PowerBook, un iBook, Mac Book o qualsiasi altro portatile Apple quasi sicuramente possedete anche una di quelle custodie di stoffa, che vendono in ogni Apple Store o rivenditore Apple, per proteggerlo e evitare che il vostro meraviglioso Mac si rovini in qualche modo.

Make Digital, nota rivista americana, ha pubblicato in un suo numero con le istruzioni su come ottenere, con una TShirt, una custodia per il portatile e risparmiare i soldi per le precedenti. iShirt, come è stata battezzata dal magazine, è dotata di tasche e di comodi compartimenti nei quali è possibile inserire cavi e caricabatterie del portatile, rendendo la bizzarra e stravagante idea ancora più interessante.

Di seguito una immagine che mostra chiaramente e semplicemente come ottenere iShirt con una maglietta. Non tanto perchè penso vogliate veramente realizzarla, ma più che altro per curiosità.

Grazie a Il_Moruz della segnalazione! 

Il Mac Book come un fisso grazie a uno speciale iMac

E’ stato registrato ieri un nuovo brevetto da Apple che mostra un’interessante possibile funzione dei nuovi Mac Book Ultra Thin. Di fatto nel brevetto viene mostrato un iMac dotato di solo schermo nel quale è possibile inserire, da uno dei suoi lati, il proprio Mac Book in modo da utilizzarlo come se fosse un fisso, mediante una tastiera e un mouse esterno. Mentre però questo risulterebbe difficile da fare con i modelli attualmente in commercio, a causa del loro peso, non ci sarebbe nessun problema con i futuri Mac Book, grazie alle dimensioni estremamente ridotte che pare abbiano.

Il brevetto dunque mostra un innovativo sistema in cui l’iMac, dotato di tutte le caratteristiche hardware del suo modello base, come porte USB, Fireware, etc. ma assente di RAM, OS e altre che lo renderebbero un computer a se stante, funziona da Dock per il MacBook, che grazie al primo può essere utilizzato come un fisso, con tutti i vantaggi che ne derivano da questo.

Un sistema veramente utile e decisamente interessate, che sarebbe veramente bello vedere al Keynote. Speriamo che diventi realtà, e non rimanga soltanto un brevetto su carta.

[Via Gizmondo]