Tutti spaventati dal Kill Switch dell’iPhone

A tal punto che il Colbert Report, in America, l’ha piazzato al primo posto fra le cose più pericolose del momento nella sua rubrica ironica Threat Down. Il video sopra è relativo alla puntata in cui l’iPhone ha ottenuto il podio in questa rubrica. Se volete vedere solo la parte relativa al device andate verso la fine del filmato; visto che prima il presentatore elenca altre quattro cose che stanno spaventando l’umanità in questo momento.

Cover per cambiare aspetto all’iPhone 3G

Skinizi è un sito specializzato nella realizzazione e commercializzazione di cover per prodotti Apple, in grado di cambiare look a questi e donargli un aspetto particolare e originale.

Al suo interno è possibile trovare cover per ogni prodotto della mela, ognuna con design differenti realizzati da artisti diversi. L’altro giorno, per coprire interamente la fascia dei prodotti della mela, sono state aggiunge le cover per il nuovo iPhone 3G; simili a quelle per iPod, per quanto riguarda il design, ma adatte come struttura ad essere applicate su questo device.

Se ne possedete uno, e magari volete che appaia un po’ diverso, le covers di Skinizi potrebbero fare al caso vostro.

T-Mobile invia l’iPhone 3G (di carta) a coloro che l’hanno prenotato

Succede che T-Mobile passa un brutto momento per quanto riguarda l’iPhone. Succede che le scorte dell’operatore in Germania sono terminate e che, per questo motivo, non si riesce a stare dietro alle consegne o comunque gli iPhone vengono distribuiti con giorni di ritardo a coloro che l’avevano prenotato prima che uscisse.

Succede che T-Mobile, per sdrammatizzare un po’, decide di fare una cosa simpatica, ovvero inviare a tutti gli utenti che ancora non possiedono il device, come scusa per l’attesa, un cartoncino con stampato sopra un iPhone 3G da ritagliare e incollare, in modo da ingannare con questo espediente l’attesa.

Succede che, certa gente, dotata di scarso senso dell’umorismo, se la prende e vede ciò quasi come una presa per i fondelli da parte dell’operatore. Philapple, invece, approva e apprezza l’idea 😀

Perchè l’Installer.app è necessaria nonostante l’App Store

Le immagini sopra sono state divulgate alcune ore addietro dal team che sviluppa l’Installer.app per mostrare una piccola preview di come sarà la futura versione di quel software che permetteva, già molto tempo prima della nascita dell’App Store, di installare applicazioni all’interno dell’iPhone.

Forse molti si chiederanno a cosa potrebbe servire, ora come ora, tale programma, visto che Apple stessa ne fornisce uno che dovrebbe adempire a tale compito e che per essere utilizzato non richiedere Hack o procedimenti che potrebbero andare contro la licenza del prodotto. Nonostante tuttavia ad un primo sguardo non molto attento possa sembrare l’opposto, Installer.app è ancora oggi molto utile. Infatti tutte le applicazioni attualmente presenti nell’App Store devono rispettare i limiti di contratto imposti da Apple, che sono veramente tanti e, soprattutto, pesanti. Volete un esempio? Un’applicazione non può in alcun modo alterare il funzionamento di iTunes o aggiungere funzioni ad esso. Con tale limite un’applicazione come Instinctive Shuffle, che migliorava la modalità Shuffle sviluppata da Apple, resta esclusa dallo store. Ancora, se questo non vi basta, sappiate che un’applicazione non può e non deve assolutamente lavorare in background; questo significa essenzialmente che una volta usciti dall’applicazione questa deve essere completamente chiusa e smettere di funzionare. Un terzo esempio? Nessuno sviluppatore può integrare funzioni all’OS e modificare l’UI sviluppata da Apple. Software come Intelliscreen, che aggiungevano alla schermata iniziale di sblocco notifiche come, per esempio, eventi imminenti o email ricevute, non potranno esistere. Nessuna applicazione può accedere alle informazioni di iTunes, alla vostra libreria musicale. Nessuna applicazione può avere accesso fino in fondo all’Hardware del dispositivo; per questo non aspettatevi di trovare nell’App Store applicazioni come Camera Pro che aggiungano comandi interessanti e ulteriori alla fotocamera dell’iPhone.

Non so se è chiaro ed è passato il messaggio, ma l’Installer.app è ancora molto importante, per uscire da tutti quei paletti e quelle limitazioni che Apple molto gentilmente ha imposto ad un prodotto di cui abbiamo pagato caro il prezzo, soprattutto noi italiani. L’Installer.app è ancora molto importante, per mostrare che è inutile limitarci fino a tal punto e che, in un modo o nell’altro, possiamo benissimo uscire dal recinto in cui Steve Jobs ha scelto di rinchiuderci.

[Via Gizmondo]

Il vero spot di Tim per l’iPhone 3G

Essere seppelliti in un iPhone? Si può!

Non vorreste essere seppelliti in una bara che ricordi l’iPhone? O in una simile al controller del Super Nintendo o, già che ci siete, in una terza con il logo Apple sopra? Perchè anche se tutte queste opzioni sono solo frutto della fantasia di t3.com, il sito Creative Coffin promette di realizzarle in poco tempo, con qualsiasi design voi desideriate.

Allora, ditelo, su, non vergognatevi: l’idea non vi alletta? L’idea di soggiornare una volta morti per un periodo abbastanza lungo all’interno del cellulare della mela, non vi rende felici, non vi entusiasma? Come no? Beh, avete ragione; è proprio una tremenda vaccata, per Geek con seri problemi. Tuttavia è simpatica 😛

[Via Delymyth]

Come fare Screenshot con l’iPhone

Sapevate che è possibile effettuare screenshot con il proprio iPhone o iPod Touch senza dover ricorrere ad applicazioni esterne o metodi complicati? A quanto pare infatti basta tenere premuto il pulsante home e, nel frattempo, premere quello per lo spegnimento del dispositivo. Un lampo invaderà lo schermo e in tal modo il nostro screenshot verrà eseguito, avendo poi la possibilità di ritrovarlo all’interno dell’applicazione immagini, nello stesso album in cui vengono salvate le fotografie che scattiamo con la fotocamera del device.

Il video sopra vi spiega attraverso un esempio il procedimento sopra illustrato, in modo da dissipare, nel caso l’aveste, ogni vostro dubbio.

Lo spot di Tim per l’iPhone 3G

Sulle reti televisive italiane sta cominciando a circolare da ieri lo spot televisivo ideato da Tim per pubblicizzare l’iPhone 3G. Leggendo commenti su blog, forum e altri spazi in rete ho notato che molti non ne erano entusiasti, sia dello spot in generale che, in particolare, della voce utilizzata.

A parer mio, invece, è ben fatto e non mi dispiace per nulla. Soprattutto voglio precisare che ho gioto, appena l’ho visto, nel vedere che Tim non ha messo all’interno nessuno degli idiotissimi personaggi che è solita inserire nelle sue pubblicità di ogni altro telefono. Forse che Apple gli abbia imposto dei paletti?

Pare infatti che lo spot non sia frutto di Tim, ma di Apple stessa. Ci si rende conto di questo guardando quello che probabilmente sarà lo spot di Vodafone: è identico al precedente; a variare è solamente il logo finale dell’operatore. Altro urlo di gioia, quindi: anche Life is now è andato a farsi benedire.

E’ arrivata l’applicazione per aggiornare WordPress dall’iPhone

WordPress ha rilasciato oggi, poche ore addietro, la sua prima applicazione per permettere a tutti coloro che hanno un blog Self Hosted o che utilizzano la piattaforma WordPress.com di scrivere post e aggiornare il loro blog dall’iPhone.

L’applicazione, gioite, è completamente gratuita e può essere scaricata fin da ora dall’App Store. Se avete dubbi sul suo funzionamento e prima di addentrarvi ad utilizzarla vorreste scoprire meglio come funziona, sappiate che il team di sviluppo ha pubblicato sulla home del sito un video tutorial di pochi minuti per introdurre il software.

Una volta inserito il vostro blog all’interno dell’applicazione, e per farlo vi occorrono i pochi dati essenziali del login, i trenta post più recenti verranno scaricati sul dispositivo, in modo da permettervi, se ne aveste bisogno, di editarli, oppure avrete la possibilità di scriverne uno completamente nuovo, da un editor che vi consentirà l’aggiunta e l’upload di fotografie, una preview di quanto scritto e, per finire, una modifica delle impostazioni di pubblicazione (come data, ora, e eventuale password per la lettura del post).

iPhone 3G Parody

Uno dei video più divertenti fino ad ora realizzati sull’iPhone 3G che, imitando lo stile adottato da Apple nei suoi Tour Guidati creati per spiegarvi le varie funzioni che l’iPhone e l’iPod Touch possiedono, vi illustra in maniera chiara e coincisa come potete utilizzare le applicazioni preinstallate al loro interno per rendervi conto di quanto vi è costato l’iPhone 3G o di quanto vi verrà a costare.

[Via P@ssioneMobile]

David Pogue recensisce l’iPhone 3G

Fra le prime recensioni che cominciano a comparire dell’iPhone 3G ce ne è una, in particolare, che non bisogna perdersi. E’ stata fatta alcuni giorni fa, e quindi è possibile che l’abbiate già vista, se così non fosse però rimediate immediatamente.

E’ quella che David Pogue ha realizzato per il New York Times; una videorecensione per metà comica e per metà tecnica in cui il giornalista tanto devoto ad Apple affronta con il suo solito umorismo il nuovo device, spiegandone le caratteristiche principali.

Iniziano a formarsi le code per prendere per primi l’iPhone 3G

Il lancio dell‘iPhone 3G si prospetta come un vero e proprio evento, soprattutto in quei paesi, come l’America, in cui gli utenti potranno utilizzarlo senza problema, al contrario di altri paesi, come l’Italia, in cui la diffusione sarà sicuramente deincentivata grazie alle simpatiche trovate di Tim e Vodafone.

La foto sopra, scattata all’Apple Store della 5th Avenue di New York, mostra appunto l’attesa che si è creata attorno a questo device, immortalando la coda che da alcuni giorni si è formata e prende vita nei pressi del negozio, costituita da utenti desiderosi di possedere per primi il nuovo modello di iPhone, 3G.

[Via AppleSfera]

Ribellati alle tariffe di Tim e Vodafone

Le tariffe di Vodafone e Tim non ti soddisfano? Trovi le offerte da loro studiate, se così possono essere definite, veramente scadenti, quasi una presa in giro?

Ebbene prova a rivolgerti a un nuovo sito, iPhoneaffossato.com, creato per tutti coloro che come te vogliono mostrare la loro indignazione per la politica tariffaria che Tim e Vodafone hanno deciso di applicare all’iPhone 3G.

Il sito si propone come scopo quello di raccogliere il numero maggior di firme possibile contro tutto questo, attraverso una petizione e l’invio di una lettera a Steve Jobs.

Se questo movimento possa servire a qualche cosa è tutto da vedere, anche se in passato petizioni del genere si sono risolte in un nulla di fatto. Tuttavia, perchè non provarci? Partecipare, con una semplice e veloce firma, non costa nulla.

Solo una piccola, veloce e semplice riflessione…

Da quello che constato TIM sembra avere uno strano concetto del termine Unlimited. O forse lo confonde semplicemente con un altro vocabolo inglese, dal significato totalmente opposto. E se così non fosse, allora dobbiamo almeno riconoscere che lo interpreta in una maniera molto inusuale, a noi sconosciuta; singolare, oserei dire…

Messaggi olografici con l’iPhone

Inutile specificare che si tratta di un fake. Ben fatto, però 😛

[Via Dario Salvelli]