pointerI datacenter nascosti di Amazon

Secondo un’analisi fatta nel 2012, un terzo delle persone che usa il web va a finire, a un certo punto della sua giornata, su un sito che risiede su AWS (i servizi Cloud di Amazon).

Il The Atlantic è andato a vedere di persona alcuni dei datacenter parte di AWS, abbastanza nascosti, locati dentro edifici che non fanno trapelare la loro funzione. Sono partiti dal nord Virginia — da cui passa circa il 70% del traffico mondiale:

Databases alone are not archives any more than data centers are libraries, and the rhetorical promise of The Cloud is as fragile as the strands of fiber-optic cable upon which its physical infrastructure rests. The Internet is a beautiful, terrible, fraught project of human civilization. While I make light of language like “pilgrim” to describe this cross-country journey, at the end of the day it has been an affirmation of a kind of faith: faith in the humanity of that beautiful, terrible, fraught project, and in the possibility of being able to see ourselves in all that beautiful, terrible, fraught truth.