pointerCome l’iPhone 6 ha cambiato le nostre abitudini di lettura

Come avevamo ipotizzato, l’iPhone 6 Plus va a discapito dell’iPad. Del resto questo è l’unico vantaggio nell’avere uno smartphone grande quanto una padella: che copre gli ambiti sia di uno smartphone che di un tablet.

Pocket ha analizzato i dati di lettura dei propri utenti, considerando coloro che possiedono sia un iPad che un iPhone. Prima dell’arrivo del 6 e del 6 Plus, il 55% dei contenuti veniva consumato sull’iPhone e il 45% sull’iPad. In seguito, invece:

Users who upgraded to an iPhone 6 now view content on their phones 72% of the time, up from 55% when on a smaller screen. Those who went big and bought an iPhone 6 Plus consume content on their phones 80% of the time. […]

Users with an iPhone 6 now read on their tablets 19% less during the week and 27% less over the weekend. Those with a 6 Plus are on their tablets 31% less during the week and 36% less over the weekend.

Un dato interessante: chi ha l’iPhone 6 Plus legge il 22% in meno di mattina, mentre si trova in viaggio — metropolitana o bus. Perché è troppo grande e scomodo da usare in movimento con una mano sola, ipotizzano quelli di Pocket.

kOoLiNuS (December 1, 2014)

Uhm… mi sembrava di aver lasciato un commento qui. O è in coda di approvazione o il browser ha fatto le bizze. Comunque…

L’ultima riga del tuo post è il motivo per cui, molto probabilmente, prenderò un 6 nonostante il 6 Plus mi alletti moltissimo con la sua super-batteria e lo stabilizzatore ottico!

(December 1, 2014)

Non lo vedo, mi sa che è andato perso 😉 Stessa ragione per cui ho un 6. E — come ho scritto — già quello mi sembra molto più scomodo, in movimento.