Desk

La mia ricerca di un’applicazione ideale per bloggare prosegue senza particolare successo da anni. Su iPhone ancora non esiste, dimostrazione è che la migliore — quella che utilizzo — continua ad essere Poster: un’applicazione sviluppata da Tom Witkin un paio di anni fa, e da allora non più aggiornata. Venne acquistata da Automattic, l’azienda dietro a WordPress, che la rimosse dall’App Store.

Su Mac la situazione è tale che normalmente finisco con lo scrivere gli articoli nell’editor di WordPress, oppure in iA Writer. iA Writer continua a rimanere il mio strumento di scrittura preferito, su qualsiasi device, ma se ideale nella fase di scrittura risulta inadeguato nella fase di pubblicazione: a post completato devo ricorrere al copia & incolla: aprire l’editor di WordPress, e da lì inserire i dati del post — categorie, tag, field speciali, etc…

Il mio editor ideale dovrebbe somigliare a iA Writer: semplice, basato su markdown e con focus sulla scrittura. John Saddington, che scrive un blog da più di dieci anni, ha creato proprio questo editor, e l’ha chiamato Desk. Desk si integra con le piattaforme di blogging più popolari (WordPress e Tumblr incluse) e segue il blogger in tutte le fasi di produzione di un post. Non c’è molto da scrivere al riguardo perché, come iA Writer, a definirlo è l’assenza di funzioni. La scrittura al centro, il resto — poco, ridotto al necessario — in disparte. Il resto è la pubblicazione e alcune opzioni per ciascun post — categorie & tag.

Dopo una settimana d’uso non so ancora se sia l’applicazione ideale per bloggare. Credo che questo vari da persona a persona, e da quello di cui scriviamo e parliamo. Desk è probabilmente perfetta per chi scrive post lunghi, perlopiù testuali. Si adatta meno nel caso abbiate personalizzato WordPress, come ho fatto io creando categorie speciali di post (i linked-post). Mi sono reso conto che per quanto brutto sia, ho bisogno del pannello di scrittura di WordPress. Ma Bicycle Mind è un tipo di blog — con notizie, spesso corte e effimere. E per questo ho bisogno di uno strumento che mi faccia sentire a mio agio sia nello scrivere pezzi lunghi, sia nel pubblicare un link con una riga di commento.

Scrivere un blog è una cosa personale, che richiede strumenti di scrittura diversi da tipologia di blog e persona. Non c’è un editor che possa coprire perfettamente ogni uso, ma Desk — ho l’impressione — ne copre uno molto bene: i post lunghi e ponderati.

John Saddington (November 28, 2014)

Thanks so much for this review! You are correct: Every blogger needs something different and there isn’t a one-size-fits-all solution!

Thanks for sharing your thoughts – my hope is that I can gently increase the feature sets for each platform so that more people may find use in their own respective ways.

For instance, in WordPress, many people use a variety of Post Formats. This is something I could add to the upcoming versions!

Alessandro (November 28, 2014)

Ti manca una ‘t’. Indovina dove? 😉

silvio (November 28, 2014)

Ciao Filippo, dopo mesi di ricerca alla fine la mia app preferita su Mac è divenuta Ulysses. Oramai scrivo tutto con quella. In questi giorni sto testando Desk e Typed, e se anche Desk mi piace molto perché mi permette di postare direttamente su Squarespace, siamo ancora indietro. Ma gli sviluppatori mi hanno spiegato la road map e potrebbero anche andare lontano. Ulysses per iPad, che sto usando in beta, probabilmenete metterà in maniera definitiva la parola fine alla mia ricerca. Ti linko un confronto che ho fatto fra le migliori app in circolazione e noterai che per parecchio tempo sono rimasto fedele a Byword. Abboandonato WordPress, ho lentamente abbandonato anche quella. http://www.silviogulizia.com/blog/app-per-scrivere-mac-blogger-giornalisti-scrittori Per iOS invece sto piano piano passando da Byword a Editorial, in attesa di avere Ulysses pienamente funzionante e che questa funzioni anche su iPhone.

(November 29, 2014)

@Saddington: Thanks 🙂 I will keep using Desk for long-form articles, and see how it evolves. I really like it!

@Alessandro: Lo faccio tutte le volte!

@Silvio: Molto interessato a Ulysses per iPad (non si tratta di Daedalus Touch, giusto?). Ho iniziato recentemente ad usare la versione per Mac — per altre ragioni: non blog ma università — e in effetti l’ho trovato ottimo (ho messo il tuo articolo in Instapaper: più tardi lo leggo).