28 Ottobre 2014

Giorno in cui il sottoscritto nolentemente viola uno dei suoi precetti e decide di applicare una cover all’iPhone, nello specifico quella nera in silicone prodotta da Apple stessa. La cover aggiunge uno spessore notevole, più di quanto non si sospetterebbe, e ha il tipico a malapena accettabile costo (35 euro) degli accessori Apple.

Tale atto empio e deprecabile, da sempre contestato (a testimonianza rimando a un articolo del 2011), che cela l’elegante design dell’iPhone — che a questo punto per quel che mi concerne poteva essere rosa e illuminare nel buio dato che mai lo vedrò — è stato reso necessario dal design dell’oggetto in questione. Date le dimensioni esagerate risulta una sofferenza da tenere in una mano sola, ma soprattutto — di nuovo: saranno le dimensioni, saranno i bordi arrotondati, o sarò io — risulta estremamente scivoloso. La cover fornisce quell’attrito necessario, e fino all’iPhone 5S offerto di default dal design dell’iPhone stesso, affinché il device non si proietti verso il suolo e la mia presa su di esso risulti efficace. (La cosa peggiore, aggiungo, è che oramai mi sono abituato allo schermo dell’iPhone 6: quando vedo un iPhone 5S mi dà l’impressione di essere estremamente piccolo, nonostante contemporaneamente provi frustrazione ogni volta che uso il 6 in movimento.)

Design è come funziona — ci ha detto più volte Apple. Non è solo l’estetica appagante di un oggetto, ma quanto usabile risulta. Se per farlo funzionare devo ricorrere a due mani e aggiungerci una cover allora, ne deduco, potrebbe funzionare meglio.

Michele Gerarduzzi (October 29, 2014)

Io ho optato per questa: http://www.spigen.com/brands/apple/iphone/iphone-6/iphone-6/iphone-6-case-air-skin-4-7.html

È praticamente invisibile, protegge dai graffi (ma non dagli urti) e fornisce un buon grip per l’utilizzo a una mano.

Emanuele (October 29, 2014)

Non ho un iPhone 6, sono fermo al 4, però sono d’accordo con te. E’ stata la prima cosa che ho pensato dopo averlo tenuto in mano in un Apple Store: “avrei bisogno di una cover!”. Tutti questi arrotondamenti in un cellulare lo rendono “sfuggente” (con proporzioni diverse, avevo la stessa sensazione quando mi capitava di avere in mano un iPhone 3GS…).
Secondo me il prodotto più “azzeccato”, a questo giro, rimane l’iPad Air: design e prestazioni hanno esclusivamente ricevuto miglioramenti.
Ciao,
Emanuele

Cyberluke (October 29, 2014)

Che un design talmente sofisticato (e pubblicizzato) e veicolato come uno dei valori aggiunti per chi acquista Apple debba, realisticamente, venire mortificato dal cugino del guscio salvatelecomando Meliconi, mi pare una roba tristissima.
Una di quelle impasse del design da cui non si riesce ad uscire e per le quali neanche io ho nessuna idea.
Potrei ripromettermi di stare attentissimo al mio iPhone, ma – presto o tardi – il cellulare cade in terra. È una verità incontrovertibile.

(October 29, 2014)

@CYBERLUKE Vero, infatti secondo me un buon design (per un oggetto come il telefono, un oggetto che appunto inevitabilmente cadrà) deve tenere conto anche della “durabilità” dello stesso nel tempo, cioè anche di quanto sopravviverà a graffi e acciacchi. Il primo iPhone era ottimo sotto questo punto di vista (al contrario, l’iPhone 5 si rovinava in maniera piuttosto orrenda)

Mirco (October 29, 2014)

Anche io sono stato costretto a comprare la cover: il giorno successivo all’acquisto dell’iPhone, stando seduto su una sedia, ha deciso di scivolarmi dalla tasca dei pantaloni (e ovviamente l’alluminio si è subito ammaccato).
Ho preso la Product Red. Mi piace, ma adesso, a parte la grandezza dello schermo e il vetro che non presenta mai ditate, sembra un 3GS…
P.s io la cover l’ho pagata 35€, dove l’hai trovata a 25€?

(October 29, 2014)

35! Errore mio, avevo messo il prezzo in £ (non l’ho comprata in Italia).

(Pure a me ricorda un 3GS o una cosa plasticosa e molto meno elegante, adesso)