I nuovi commenti “privati”

Un tempo — due anni fa — questo blog aveva i commenti. Vennero rimossi perché generavano troppi flame e poche discussioni. Il problema dei commenti su Internet è sempre aperto: rimuoverli è la soluzione più drastica ma in mancanza di alternative più soddisfacenti è quella a cui ricorsi. Tuttavia spesso mi viene la tentazione di rimetterli, perché seppur in misura minore ve ne erano alcuni che leggevo con interesse, e offrivano critiche costruttive a quanto da me detto, nuovi spunti di riflessione e dubbio.

Ho deciso di provare a sperimentare una nuova forma di interazione aggiungendo la possibilità di commentare gli articoli in maniera privata: significa che se hai qualcosa da dirmi puoi farlo, rispondendo a un articolo — commentandolo e eventualmente criticandolo — sotto lo stesso. La differenza è che il commento lo riceverò solo io, sotto forma di email.

Ovvero, puoi commentare, ma il tuo commento non è pubblico: lo leggo solo io, e fine. Li leggerò tutti, cercherò anche di rispondere ad alcuni.