pointerLa Smart Cover che non è poi tanto smart

Marco Arment ad alcuni mesi di distanza dall’acquisto dell’iPad 2 si sente un idiota per aver speso 69 dollari per la Smart Cover: secondo lui non li merita, per due ragioni:

  • Non è pratica. Nonostante sia perfetta per appoggiare l’iPad sul tavolo si rivela scomoda in movimento, ovvero nel caso in cui l’iPad lo si tenga semplicemente mano, come accade quasi sempre. Non si capisce infatti dove metterla. Sul retro? Ma non si riesce tanto bene, dice lui. L’unica soluzione è rimuoverla, che è quello che probabilmente Apple vuole: che l’iPad sia utilizzato “nudo”.
  • Non protegge per nulla il retro. Lo sapeva, ovviamente, prima di prenderla. Ma sperava di riuscire, col tempo, a superare la sua fobia e ossessione per i graffi. In realtà non riesce ad adagiarlo con tranquillità su quasi nessuna superficie.

Il risultato? Ha comprato un’altra cover e mandato quella intelligente – o smart – in pensione.

stefano (August 21, 2011)

Concordo pienamente, io ho fatto la stessa cosa.

Fcuk (August 21, 2011)

Che mi fotte di marco arment?

Adriano Meis (August 21, 2011)

Benché non condivida a pieno le modalità di esternazione, concordo in pieno con il concetto esposto da Fcuk:
E sti ca**i non ce li metti?
Avrei poi capito delle motivazioni valide ( lo schermo raccoglie più sporcizia con la cover che senza per esempio ) e date dall’esperienza d’uso, ma lamentarsi per due ca**te come queste evidenti già prima dell’acquisto rasenta l’idiozia…
Pubblicare questa cosa non fa certo onore al redattore poi, capisco che a fine agosto non si muove una foglia, ma è certo meglio un decoroso silenzio più che queste facezie inconsistenti

Carolus (August 21, 2011)

Io l’ho comperata perché manda istantaneamente in stand-by l’iPad e lo riattiva non appena la si riapre ed è molto versatile (basta ripiegarla indietro per proteggere lo schermo quando si sta usando l’iPad, peggio per Arment se non ci riesce 🙂 ed è possibile usarla come base per sorreggerlo), tuttavia ha anche il difetto di essere un ricettacolo di polvere e, ovviamente, di proteggere un solo lato alla volta, infatti richiede per forza di cose un’ulteriore custodia – tipo second skin per intenderci – per riporlo al sicuro. Sono comunque sostanzialmente soddisfatto.

Trek (August 22, 2011)

Personalmente non capisco dove stia il problema, onestamente.

La cover si ripiega perfettamente sul dietro permettendo sia di non graffare il retro del tablet, si offrendo una presa più salda dato che la mano poggia sullo strato di microfibra interna.

Il supporto ripiegato è comodo e pratico, non avrei immaginato soluzione migliore.

Il fatto che manda in stand by iPad è comodissimo, l’aggancio a magnete e altresì di una praticità unica.

Detto questo, per esempio, da una review che tende a ironizzare sulla cover di Apple (che può piacere o non piacere, per carità, ma non capisco il gioco di parle, “smart/intelligente”, ecc.) mi sarei aspettato fosse stato fatto notare che la microfibra interna lascia dei fastidiosi segni verticali sullo schermo, che vanno puliti ogni qualvolta si apre e che nelle versioni in pelle chiara (come la mia) se si ha la fobia della pulizia, meglio evitare… perché chiaramente quel tono di pelle tende a sporcarsi molto.

Preferibili quindi quelle sintetiche che sono probabilmente più pratiche.

Ecco, questi due “difetti” a me parevano da evidenziare maggiormente rispetto a quanto invece posto all’attenzione.
Concordo quindi, con chi ha definito la notizia, inutile e leggermente tendenziosa nel far passare un messaggio distorto sulle cover oggetto della review.

dripable.com (November 10, 2011)

I couldn’t agree with you more…