Tutti quelli che dicono che Samsung copia Apple sono cattivi e privi di senso critico. Sono fanboy, gente che si inventa cose false.

Per fortuna la loro mendacia viene portata allo scoperto dal video a inizio post, video che mostra come si leggono – e vengono visualizzati e gestiti – gli ebook sul Samsung Galaxy Tab. A me pare più che evidente che non sussiste la minima correlazione fra l’interfaccia grafica di iBooks e quella mostrata nel video, e ditemi voi se non siete d’accordo. Ma, per favore, siate obiettivi: non cercate di difendere sempre la Apple, a tutti i costi, come fanno alcuni. (*)

FabrizioC (June 23, 2011)

Non sono uguale: sul Galaxy Tab le pagine sono più basse e quadrate rispetto l’iPad quando sono in orizzontale, e nemmeno quanto sono messi in verticale sono uguali, infatti in questo caso le pagine del Galaxy sono molto più strette dell’iPad.

Fcuk (ANONYMOUS) (June 23, 2011)

Non mi sembra che Apple abbia mai parlato di ibooks, quanto del design e dell’interfaccia di base del SO.
Mi sembra un articolo stupido

(June 23, 2011)

Apple non ha mai parlato di iBooks nello specifico, iBooks però era un chiaro ed evidente esempio per tutti quelli che dicono che “non è vero che Samsung ha copiato qualcosa”.

Mi sembra quel video mostri abbastanza bene, invece, che Samsung qualcosa ha copiato. Non solo il design e l’interfaccia base dell’OS, ma persino alcune applicazioni.

saint andres (June 23, 2011)

Chissà cosa diranno gli utenti Android rispetto al nuovo sistema di notifiche di iOS5 che scende a tendina come su Android…

Masso (June 23, 2011)

Se era ironia o sarcasmo l’articolo..ci devi ancora lavorare parecchio fratello.
L’obiettivo delle interfacce degli e-book è quella di rendere l’esperienza di lettura analoga a quella cartacea.
Questo deve avvenire perchè il target DEVE essere generalista:
Non geeks, non giovani..ma consapevolezza informatica media e medio-bassa.Uomini sottoo i 30 preferiscono un approccio all’informazione e all’istruzione ipertestuale e non testuale.Questa fascia ai libri nemmeno si avvicina.
E ora l’acqua calda:
come si fa a ottenere la stessa esperienza di lettura di un libro in un dispositivo touchscreen?Metti l’animazione della pagina che s’accartoccia e infili le icone minimaliste per modificare grandezza dei caratteri, per infilare segnalibri o per scorrere le pagine piu rapidamente.
Apple ha inventato le gesture touchscreen più efficaci e le ha brevettate?Forse l’errore o il senso del ridicolo è proprio in questo:quelle sono patrimonio dell’umanità…e la patent policy in America è assurda.Se era in vigore dall’antichità…ci sarebbe stata gente che avrebbe brevettato le tecniche di pittura ad olio o ad acquerello

(June 23, 2011)

Che le interfacce degli ebook debbano mimare quelle dei libri cartacei è una cosa su cui non sono affatto d’accordo. Gli oggetti nuovi non devono mimare l’esperienza degli oggetti che tentano di rimpiazzare, perché tanto non ci riescono. E il Kindle – forse l’ereader più riuscito – infatti non tenta affatto di mimare lo scorrere delle pagine: non ha nessuna animazione della carta e nessuna pagina che si accartoccia.

Comunque qui non si tratta solo di questo, bensì:

  • Della schermata iniziale
  • Delle icone della schermata iniziale
  • Del sistema di gestione delle note
  • Delle icone e del menù dei capitoli

Lo capisci anche te, vero, che si va oltre la pagina che gira o l’animazione divertente, o vuoi far finta di no?

(June 23, 2011)

Samsung ha copiato iBooks, la grafica del suo telefono touch screen e gran parte di iOS? Sì, senza dubbio.

Apple ha copiato in parte il sistema delle notifiche di Android? Sì, certamente.

Non nego nulla. Ma bisogna ammetterle, le cose. Mica far finta che no, non siamo davanti ad una copia, e questo con iBooks non c’entra nulla.

Caustic86 (June 23, 2011)

sei un mito.

il Limo (June 24, 2011)

La vera differenza con iBooks sul Galaxy Tab è che lo colleghi a un computer con qualsiasi sistema operativo e trascini il file dell’ebook nella cartella del tablet che preferisci. Poi lo apri con il lettore.

Questa differenza è “fondamentale” nell’esperienza d’uso dell’utente. In questo caso io.

LotusEater (June 24, 2011)

Robe da matti, qui i fanboy son ben altri, non certo quelli Apple.

Il fatto che ci sia stato un plagio nei prodotti (software e hardware) da parte di Samsung non è un opinione, è un dato di fatto, e negarlo è quantomeno ridicolo..

Sul fatto di Apple che copia la barra delle notifiche sarebbe meglio chiedersi prima da dove vengano le seguenti “funzioni” di Android, che però nessuno ha mai criticato:

– Interfaccia ad icone gestite in pagine
– Slide to unlock
– Pinch to zoom
– La tastiera di Gingerbread

E queste cose le vedo, perché uso anche Android, solo che io non faccio finta di nulla..

Perché sembra quasi che quando un prodotto ha una mela sopra tutti fanno a gara a criticare ogni minimo dettaglio, per tutte le altre compagnie si chiude un occhio.