Come dovrebbero essere le penne per iPad: The Cosmonaut

Ho recensito diverse penne per iPad su queste pagine, alla ricerca di quella che fosse più comoda e meglio progettata per funzionare su uno schermo Multi Touch. Ero giunto alla conclusione che quella prodotta dalla Griffin rappresentasse una buona soluzione: non ottima – c’era infatti ancora del lavoro da fare per giungere alla penna perfetta – ma comunque fra quelle in circolazione la migliore.

Su kickstarter – sito che permette di finanziare, con l’aiuto degli utenti, progetti/idee affinché queste prendano vita – è da alcune settimane in linea The Cosmonaut, una penna per iPad molto diversa da tutte le precedenti, che spiega perché fino ad ora abbiamo sbagliato tutto. L’idea è che l’iPad non assomigli tanto ad un foglio di carta quanto piuttosto ad una lavagna, ed è per questo che più che una penna The Cosmonaut ricorda un marker:

In general, iPad styluses follow an incorrect cognitive mapping. The vast majority of them are designed to look and feel like a pen. Why? Writing or drawing on the iPad feels nothing like using a pen or pencil. For one, the fidelity is way too low. Also, it is pretty awkward to rest your palm on the screen of the device because it throws off the capacitive detection. Writing on an iPad, to me, feels like writing on a dry erase board. Fast, simple, low fidelity. The perfect iPad stylus is one that feels like a dry erase marker. (*)

Il ragionamento, dal mio punto di vista, funziona. E speriamo quindi che questa sia la volta buona: perché per certi compiti, come disegnare o prendere note/appunti velocemente, una penna si rivelerebbe molto più comoda delle dita.

Videogiochi (April 15, 2011)

Ottimo articolo!!! 😉 Grazie mille.