Con la lente d’ingrandimento

Ci son certi difetti, nell’OS dell’iPad, di cui nessuno parla ma che a me danno, occasionalmente, un certo fastidio. Non sono difetti enormi, sono sottigliezze, cose con le quali si può convivere, ma che quando si presentano non mancano di recare frustrazione. Inoltre, sono difetti riscontrabili sia sull’iPad che sull’iPhone, condividendo entrambi lo stesso sistema operativo (o quasi). Non capendo se sono l’unico che li ha notati, o se anche altri ne hanno sofferto, li elenco qua di seguito.

  • Non mi piace per nulla il modo in cui la connessione ad una rete WiFi a pagamento, quelle che richiedono prima della navigazione l’inserimento di username e password, è gestito. Mentre sul Mac il pagamento o il login avviene da Safari, aprendo una qualsiasi finestra, su iPad si apre al momento della connessione una finestra a parte, priva della barra degli indirizzi. Questo impedisce di verificare l’URL: bisognerà inserire una carta di credito per il pagamento, controllare se è tutto a posto non è mai male. Inoltre, questo metodo non reca assolutamente alcun vantaggio.
  • Nell’inserimento di un URL nella barra degli indirizzi di Safari scompare dalla tastiera virtuale la barra spaziatrice. Evidentemente Apple ha pensato che nessun sito web prevede uno spazio all’interno del nome, evidentemente e giustamente. Il punto è che nelle sottocartelle del sito lo spazio può esserci, ed anche all’interno dei nomi dei file.
  • L’avviso “la connessione è stata perduta” dovrebbe poter essere disattivato. Nei luoghi in cui la connessione è debole continua ad apparire sullo schermo, illuminandolo per alcuni secondi e causando una riduzione notevole della batteria.
  • Quando apro un PDF via Safari, sarebbe molto utile poterlo salvare in iBooks, visto che la poca RAM dell’iPad costringe molto spesso a ricaricarlo, se lo si vuole consultare di nuovo a distanza di tempo.

Ora – vi domando – sono l’unico ad averli notati o anche a voi è capitato di riflettere su questi, seppur deboli, difetti? Ne avete riscontrati altri?

suxgiu (August 27, 2010)

su iphone con ios4 si può già salvare un pdf da safari ad ibooks! Quindi devi solo aspettare l’aggiornamento ad ios4 🙂
Quoto sulla finestra delle wifi a pagamento!

Michele (August 27, 2010)

per me e’ fastidiosissima la notifica della perdita di ricezione!!!assurdo che non la si possa eliminare

Andrea (August 27, 2010)

Quoto per quanto riguarda i PDF e aggiungo che per eliminare l’avviso della perdita di connessione basta impostare la ricerca operatore su Automatico.

carlo (August 27, 2010)

Andrea ha ragione, basta settare su automatico

Claudio (August 27, 2010)

sul fatto che scompaia la barra spaziatrice, credo che il bus non sia tanto di Apple ma su chi progetta siti internet con file e cartelle con spazi… Mal che vada in alternativa si può ovviare il problema con un %20

Carlo (August 28, 2010)

Personalmente, una cosa che ricordo perché non la sopporto proprio è:
– quando una notifica push ti notifica un appuntamento, non ti è possibile chiedere di posporre la notifica. Per com’è ora offerta la funzionalità è veramente scomoda ed è facile dimenticarsi.

Carlo (August 28, 2010)

Io uso iPhone 3GS con ios4

Tony (August 30, 2010)

Il punto 3 è insopportabile, hai ragione!!

angelo (September 11, 2010)

il punto 2 direi che e’ giusto che scompaia. non e’ apple ad aver pensato cosi’, e’ che negli URL non esistono spazi, nemmeno nelle sottocartelle dei siti. anche se uno crea una cartella con un nome con degli spazi, a livello di url questo viene convertito in automatico col suo equivalente %20 dai diversi browser.
anche su questo blog, e’ wordpress stesso a convertire gli spazi negli slug in trattini per evitare di usare caratteri molto scomodi come gli spazi.